Il Nostro Territorio

Palinuro
Centola
Pisciotta
Pisciotta
Caprioli
Caprioli
Rodio
Rodio

G. Speranza

Pubblicato: Martedì, 19 Novembre 2013

 

BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

"G. SPERANZA" 

CENTOLA (Sa)

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

"G. Speranza"

21-11-1889     C E N T O L A     2-10-1975

"Con vero dispiacere, lascio la Scuola e i fanciulli, i cui volti saranno sempre vivi, nel mio animo, e mi faranno rivivere le ore, trascorse nelle aule scolastiche". 


 L’Istituto Comprensivo di Centola, che comprende i tre ordini di scuola di base, e raccoglie la popolazione scolastica dei comuni di Centola e Pisciotta , ricerca il senso reale dell’autonomia nella capacità di collegarsi con il territorio, attraverso il coinvolgimento dei suoi Enti, delle agenzie che ne interpretano le vocazioni e i bisogni, anche al fine di creare un comune terreno d’intesa che orienti l’impegno di ciascuno verso valori condivisi e sostenibili.

Il bacino d’utenza della scuola è caratterizzata dai seguenti aspetti geografici ed economici:

»      Area Marina a sviluppo turistico – alberghiero.

»      Area collinare a sviluppo agrituristico.

»      Attività artigianali che vanno scomparendo e che la scuola intende recuperare.

»      Piccole imprese a conduzioni familiare.

»      Risorse locali: gruppi sportivi, pro-loco, associazioni di volontariato, parrocchie.

Gli enti Locali si impegnano, in modo ragguardevole per la scuola, mettendo a disposizione i mezzi di trasporto per visite guidate, intervenendo finanziariamente nell’acquisto di sussidi e nelle opere di manutenzione degli edifici.

I servizi essenziali sono garantiti, pur con le difficoltà logistiche legate all’estensione del territorio e alla rete stradale poco idonea.

Le bellezze paesaggistiche, la tradizione eno-gastronomica di tutto rispetto, il caloroso senso dell’ospitalità radicato nella cultura locale, i centri storici dagli scorci pittoreschi e la campagna con la sua offerta di prodotti rigorosamente biologici, sono carte da giocare per ridare ossigeno ai centri abitati.

  


 

Visite: 2987